venerdì, dicembre 23, 2011

Il mio durissimo augurio di Natale



Non è stato un anno molto facile.

Se, per quello che mi riguarda personalmente, non posso proprio lamentarmi, il mio pensiero e la mia solidarietà vanno a tutti quelli per cui il 2011 non è stato un buon anno.

A tutti quelli che non faranno purtroppo un Natale sereno e a tutti quelli che invece riusciranno a farlo, vanno i miei auguri di [inserire festività religiosa appropriata] e di un 2012 che ci riporti in carreggiata.

Sapendo che non ce la potremo fare se tanta gente invece di remare contro o stare in poltrona a lamentarsi, non inizia a darsi da fare con serietà e sobrietà. Se non riusciremo a sbarazzarci di tutti quelli che lavorano solo per il bene proprio, danneggiando per imbecillità o preciso disegno la collettività.

In fondo è questo il mio augurio a tutti noi per il 2012 - e scusate se lo dico in termini non proprio natalizi.
"Buon 2012 - e basta cazzate".


(Informazione di servizio: da domani e fino al 6 Gennaio, mi sa che questo blog funzionerà con periodicità irregolare. O forse no. Dipende.)

1 commento:

giornalaio ha detto...

A U G U R I!