giovedì, luglio 24, 2008


Assaggia il sangue, te lo dice il vampiro di HBO

HBO, stazione televisiva americana della scuderia Time Warner, in autunno scommette su un nuovo serial, chiamato "True Blood".

Una storia di vampiri che vivono fra noi - grazie ad una scoperta scientifica (un sangue sintetico) che li ha resi innocui e quindi permesso di uscire allo scoperto e di cercare di integrarsi nella nostra società.

A supporto del lancio della serie, la stazione si è lanciata in una serie di attività non-conventional, mirata a costruire interesse ed engagement del potenziale pubblico, preparando il terreno per il lancio di Settembre.

Tanto per cominciare, il sito: http://bloodcopy.com, che con un blog e un forum discute delle "notizie" e dei temi dell'integrazione dei vampiri nella nostra società.

Poi una campagna di mailing ad appassionati di vampiri (come avranno avuto i loro indirizzi non voglio sapere).

E poi video virali e... la messa in vendita (apparente) del sangue sintetico sotto forma di bevanda, lanciata in comunicazione con annunci online e offline e con il supporto del sito di prodotto http://trubeverage.com.

Sono inoltre stati fatti girare camion "brandizzati" per la consegna del prodotto e installati distributori automatici della bevanda ed espositori in negozi di alimentari (entrambi con un cartello "prodotto esaurito"...).

Il programma di comunicazione continua, costruendo un mondo ideale di riferimento - con il prossimo lancio di una campagna sociale a tutela dei diritti dei vampiri e con la costruzione micrositi per l'associazione a supporto dei vampiri e per quella che li vuole epurare.

E sembra che non sia ancora tutto, e che altri pezzi di comunicazione si aggiungeranno man mano.

Con il costo e la difficoltà di far funzionare un serial TV in una società dove la fruizione della TV sta profondamente cambiando, non solo si lavora sulla creazione del content, ma si fa il massimo per creare attesa, costruire un mondo immaginario attorno alla storia, per attirare e auspicabilmente fidelizzare gli ascoltatori...

1 commento:

Simone Ramaccini ha detto...

Decisamente originale e una buona idea creativa...

Coinvolgere gli utenti della TV nel mondo online è diventato un must. Anche i produttori di LOST hanno capito che uno dei modi per veicolare il messaggio "Guarda la serie" era costruire una serie di mondi uniti.

Dal sito della mitica compagnia aerea Oceanic Airlines ai blog ambientati nell'isola...