martedì, aprile 15, 2008

Evviva, quello che conta è essere dei pirloni (dixit RTL)

Ogni tanto mi piace parlare anche di cattive idee...
Ottimo esempio, ma ahimé segno dei tempi, lo spot "tai chi" di RTL.

Ve lo vedete qui, ma ve lo racconto: un gruppo di persone praticano serenamente tai chi all'aperto.

Arriva una banda di caz***i che li aggredisce fisicamente, li traveste da pirla e tutti insieme si mettono a ballare e sostanzialmente a fare i cretini...;-)

Decodifica: cercare un proprio equilibrio, cercare di fare qualcosa che non sia fare il pirla, è da imbecilli. Molto più figo fare l'imbecille.

Massì, in fondo perchè cercare di migliorarsi, perchè fare qualcosa che non ci costringa a spendere soldi, perchè cercare qualcosa di più umano e andare alla ricerca di se' stessi? Quello che vale è travestirsi e non pensare....

Io credo abbastanza poco alla funzione sociale della pubblicità (per certi versi è ancora una battaglia persa) ma mi urtano un pochino messaggi così diseducativi e - diciamocelo - anche un po' stronzi...;-)

Embedded Video
Blogged with the Flock Browser

2 commenti:

zen ha detto...

conoscendo il genere di radio, ho mestamente il dubbio che sia perfettamente in target uno spot del genere.

ciao
z

Spesknight ha detto...

Che tristezza..
E il rispetto per gli altri?
Molto meglio lo slogan "orgogliosi di essere normali", che dava un valore positivo alla campagna