sabato, maggio 09, 2009

La personalizzazione di Ikea

Oggi mi è arrivato il nuovo numero della rivista che IKEA manda ai soci del club Family.

Deve ammettere che vedere il mio nome stampato nel titolo, nella banalità del meccanismo, mi ha lasciato per un attimo sorpreso...:-)

Come mi sottolineano alcuni amici (lo sapevo, lo sapevo...;-) questo tipo di tecniche di personalizzazione sono usate da decenni se non secoli.

3 commenti:

Frank Stahlberg ha detto...

Con l'Hp Indigo - e macchine digitali simili - si fa questo e altro ormai da anni.
Uno dei primi esempi - in Germania, e allora fu clamoroso - era la possibilità, scegliendo sul sito colori, allestimenti e il tipo di finanziamento, di ricevere per posta il giorno seguente(!) un catalogo personalizzato della nuova smart, con il nome del potenziale cliente in copertina e ogni tanto nel testo.

Yogasadhaka ha detto...

Da vecchio operatore del Direct Marketing, bisogna dire che questo genere di personalizzazioni vengono effettuate sin dagli anni settanta. Il mailing con la monetina, la videocassetta con l'inizio personalizzato, la rivista col nome del destinatario inserita nel titolo in copertina, la busta per rispondere "no", il coupon già tagliato via, il post-it nella rivista, le edizioni personalizzate delle riviste eccetera sono tutti classici del dm variamente sperimentati a partire dagli anni settanta negli Usa (con l'esclusione del penny mailing del Reader's Digest che risale agli anni trenta).

Yogasadhaka ha detto...

Quelli del dm sono sempre un po' pignolini :-)