giovedì, ottobre 03, 2013

Ottimo: come si risponde a una potenziale crisi... se la ragazza si dimette ballando, l'azienda cosa fa?


Ricordate la storia della tizia che si è licenziata, affranta dal super lavoro, affidando ad un video ballato la sua dimissione? (lo trovate in fondo al post) 

Accidenti, tutti a dire cattiva azienda, povera ragazza.

Questa a casa mia si chiama crisi, per l'azienda.

Grande o piccola, è da vedere come si sviluppa.

E come rispondere correttamente a una crisi? Facendo finta di niente? Con una presa di posizione ufficiale, sobria ma ferma?

Beh, questi hanno ripagato la ragazza con la sua stessa moneta.
In video. Ballando.

Facendo vedere quanto gli altri sono contenti di stare in quell'azienda lì.
E, ovviamente, facendo sapere che stanno assumendo :-)

A questo punto, chi fa la brutta figura, in questo scontro di video? L'azienda cattiva? E se invece la nostra ragazza non fosse così dalla parte della ragione? Il dubbio (non so quale sia la verità) è legittimo, in un mondo dove di spandifango in cattiva fede sono pieni i fossi...

Brillante operazione, da arte marziale: uso l'energia stessa dell'altro e gliela ritorco contro. Anche se forse il video di risposta appare un filo meno convincente del video della ragazza.

Una domanda, però, mi viene. I media daranno alla risposta dell'azienda la stessa copertura mediatica che hanno dato alla signorina? Il video della marina ha già fatto oltre 9 milioni di views... e la risposta poco più di 900.000...

Ecco i video...

(ah, una cosa: dato che lì fuori è pieno di cretini lo ridico: non mi schiero ne' pro ne' contro la tipa. Analizzo solo l'operazione di comunicazione, chiaro? Se poi volete pensare per principio che *tutte* le aziende sono sempre e comunque cattive, liberissimi. Andate a fare gli stiliti e godetevi le posizioni ideologiche a prescindere)






Approfondimenti

cosa dice (a parte il video) l'azienda su Marina e la faccenda:
http://www.inquisitr.com/975242/boss-responds-after-marina-shifrins-viral-quitting-video/

btw la fanciulla era stata intervistata da Gizmodo (che la presentava come "writer and comedian" prima del fattaccio:
http://gizmodo.com/5965495/whats-it-like-to-write-for-nma-tv-that-wacky-taiwanese-cgi-video-company

Ecco il sito di Marina: http://marinavshifrin.com

5 commenti:

Roberto Venturini ha detto...

Aggiornamento: il video di risposta ha già superato i 2 milioni di views. Anche perché i media l'hanno effettivamente un po' ripreso.

ad ha detto...

Ok. 2 milioni di visite ma più UNLIKE (8K+) che LIKE (4k+).
Non mi sembra proprio un gran successo.

Roberto Venturini ha detto...

Non sono d'accordo. A parte che a me interessa l'approccio più che il caso specifico...

qui abbiamo 8.000 persone fortemente negative, tanto da prendersi il mal di pancia di cliccare. 4.000 fortemente positive e altri 2 milioni che non si sono espressi. MA che sicuramente non sono indignati.

Quindi il tasso like / unlike è statisticamente irrilevante: si sono espressi circa lo 0.6% dei visitatori - che non è un gran campione su cui prendere decisioni (se non è stratificato, scelto a tavolino... ma questa è altra storia)

VRiccardo ha detto...

Ma se fosse tutto "orchestrato"? Mi spiego, se fosse invece tutta un'operazione di marketing? Ovvero, sia il video di Marina che quello dell'azienda fossero pianificati a tavolino?
Ci sono degli elementi un po' strani che qualche dubbio me lo fanno venire.

VRiccardo ha detto...

Ma se fosse tutto "concordato"? Mi spiego, se fosse tutta un'operazione, ben fatta, di marketing per promuovere l'azienda? Ci sono degli elementi nei due video che mi sembrano un po' strani.
Magari mi sbaglio, ma a me il dubbio è venuto.